Poesie X Amore X Vivere

                              “I’mi son un che, quando

              Amor mi spira, noto, e a quel modo

                 ch’e’ ditta dentro vo significando.”

-Dante Alighieri

La traduzione precisa precisa non la ricordo, ma recitava qualcosa come “Io sono uno che quando l’Amore mi ispira, scrivo, e ciò che il cuore mi detta io scrivo” o qualcosa del genere, implicando che quando l’amore gli da l’ispirazione lui scrive, ciò che l’amore gli dice (o forse è un enorme fraintendimento da parte mia?).

Questa volta non voglio tirare in ballo la voglia di scrivere, ma incentrandomi sul tema dell’amore, sulle poesie d’amore. (troppe ripetizione della parola amore D:)

A voi ho reso nota solo la poesia sul Paradosso, in pochi, anche di quelli che mi conoscono dal vivo, sanno dell’esistenza di numerose poesie d’amore da me compiute durante la mia infanzia. Poesie ormai scomparse o perdute, tra “copie singole donate alla diretta interessata” o “scritte su carta straccia e poi disperse”. All’epoca neanche mi interessava conservarle, le scrivevo perchè me lo sentivo (e anche adesso, con la differenza che adesso non lo sento proprio).

Scommetto che mia madre ne ha conservate alcune in qualche sua teca secolare nascosta in qualche scatola nello scatolantinatoincantina. Non c’è da aspettarsi chissà quale forma poetica, erano delle rime semplici “AABB CCDD” e spesso banali, ma il contenuto era delle volte……impressionante.

Ma dov’è finito quell’amore che provavo? Mi svegliavo di notte con l’ispirazione e prendevo matita per tirare giù qualche riga. Adesso niente, parlando d’amore non sento niente da purtroppo molto tempo; rimango bloccato in partenza, con la scusa che non so se sia vero amore o so che in ogni caso non sarà mai ricambiato. Un atteggiamento pessimista che mi sta togliendo molti possibili dolori, ma anche molti possibili passioni.

Non è paura di amare, è paura di non essere ricambiato.

Vivere con questa mentalità non è vivere, si è in una fase di stallo, in un limbo, non si prova alcun sentimento, si proceve verso l’autodistruzione e la corrosione del nostro corpo, della nostra mente e della nostra anima.

Io ho imparato, adesso il mio compito è quello di aiutare le persone che mi stanno accanto e cercare di farle ragionare, cercare di salvarle.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...